15 ragazzi sieropositivi si spogliano per combattere il pregiudizio HIV+ FOTO

Ragazzi HIV+ senza veli

Il 1 dicembre è la Giornata Mondiale contro l’AIDS. E mentre la ricerca fa passi da gigante sul fronte cura e prevenzione, un nemico sembra ancora difficile da annientare: il pregiudizio.

Per chi convive con l’HIV (e sappiamo ormai che è possibile conviverci per sempre) sentirsi isolati, rifiutati o peggio discriminati, è tuttora un incubo con cui confrontarsi.

15 ragazzi inglesi sieropositivi hanno deciso di posare nudi per sensibilizzare su questo delicato argomento, per una campagna della GMFA (Gay Men Fighting AIDS).

Durante lo shooting, alcuni di questi modelli improvvisati hanno anche realizzato un video toccante, in cui rispondono ai messaggi offensivi e idioti ricevuti in chat una volta svelato il loro stato sierologico.

Il pregiudizio lavora insidiosamente nel cervello della gente e ne influenza la reale percezione delle cose. E così chi ha l’HIV è percepito come meno sexy, meno attraente e desiderabile. Questi ragazzi dimostrano esattamente il contrario.

Si può essere HIV+ ed essere sexy, avere una vita sessuale sana esattamente come tutti gli altri.

Perché è importante combattere il pregiudizio ce lo spiega Matthew Hodson, il CEO di GMFA:
“Stigmatizzare le persone che hanno l’HIV scoraggia altri dal fare il test, e dall’iniziare in tempo trattamenti che possono salvar loro la vita e bloccare la diffusione del virus ai loro partner sessuali. Lo stigma non incoraggia uomini gay e bisessuali ad avere discussioni oneste e serene sul loro status sierologico e sui passti comportamenti a rischio”.

  • Ragazzi con l'HIV senza veli
  • Sadiq, 25 anni
  • Shy, 21 anni
  • Adam, 29 anni
  • Sean, 34 anni
  • Thomas, 43 anni

Vedi anche:

Lunedì 30/11/2015 da alicema in

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su