7 cose ridicole e un po’ omofobe che gli etero pensano dei loro amici gay


7 cose ridicole che gli etero pensano dei loro amici gay

Keep calm and have a gay friend

Di etero gay-friendly (o sedicenti tali) è pieno il mondo. Ma essere gay-friendly non mette per forza al riparo da un certo strascico di omofobia. Una omofobia molto sottile che a volte si traduce nel semplice “ragionare per stereotipi” anziché con la propria testa. Un editoriale di Huffington Post Gay Voices firmato da Jeremy Helligar ci suggerisce 7 luoghi comuni che anche gli etero che sono dalla nostra parte spesso pensano di noi!


1. Se sei gay, sei per forza attivo o passivo

coppia gay bacio

Gli etero gay friendly vogliono mostrare di conoscere “il nostro mondo” e credono di aver capito come funziona la nostra sessualità. Peccato che: A- la sessualità gay sia un po’ più complessa di così e B- non sia molto educato come argomento di conversazione.


2. 1 uomo gay + 1 uomo gay = coppia potenziale!

coppia gay in cucina

Gli etero sono convinti che per il solo fatto di essere gay, siamo interessati a chiunque altro sia gay, secondo una logica che ricorda quella di nostra mamma quando, a 8 anni, ci presentava l’odioso figlio della sua amica e ci imponeva di fare amicizia e giocare insieme perché “avete la stessa età”.


3. Se pensiamo che un uomo sia carino, vogliamo farcelo

ragazzo carino

Impossibile essere gay ed esprimere un apprezzamento su un uomo senza avere mire sessuali su di lui: secondo gli etero potenzialmente noi ci faremmo chiunque… questo è forse il pensiero più omofobo di tutti, che nasconde una buona dose di paura.


4. Se sei gay è facilissimo trovare il Principe Azzurro

coppia gay con ragazza

Ecco un pensiero tipicamente femminile: le ragazze, basandosi sulla loro esperienza con i loro amici gay, pensano che siccome noi siamo “sensibili” e amiamo parlare dei nostri sentimenti, siamo potenzialmente TUTTI degli ottimi partiti… Peccato che non sappiano che in realtà il mondo del dating gay è spietato e di stron*i gay là fuori è pieno, esattamente come di etero.


5. Trascorriamo il tempo chiedendoci chi è gay e chi non lo è

gay pride parade simpson

Gli etero pensano che il nostro gay radar sia infallibile al punto che appena incontriamo una persona SAPPIAMO immediatamente se quella persona è omosessuale e, soprattutto, passiamo il nostro tempo a stilare liste di persone che passano “dalla nostra parte”.


6. Se una donna dice “Che peccato che sei gay” lo intende come un complimento

Celebrity Sightings In New York City   October 1, 2007

Non offendetevi se una donna vi rivolge questo genere di commento. Per lei è un peccato non in senso assoluto ma relativo. Relativo alla SUA vita. Cioè, vi sta dicendo che se foste etero vorrebbe stare con voi.


7. Saremmo perfetti per quel tuo amico gay single

My best friend is gay

Altro atteggiamento tipico degli etero cosiddetti gay friendly è quello di volerci a tutti i costi accoppiare: hanno sempre un amico, un amico di amici, un secondo o terzo cugino gay che non ha niente in comune con noi ma che, ne sono certi, sarebbe perfetto per noi!

Mercoledì 10/06/2015 da Fabio Genovese in

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su