A Tom Cruise piacciono naked

La passione per la moto accomuna tutti gli uomini, sia che essi preferiscano le bionde o i biondi, perché no. E' una passione che va ben oltre lo spirito di guida. La moto è un oggetto sacro per chi ne possiede un esemplare. Chi non ne ha una in garage non può capire. E' la libertà espressa sottoforma di acciaio, fibra di carbonio e gomma. Si riuscirebbe a rinunciare al cibo pur di averne una. E molti di noi l'hanno fatto. Poi c'è chi per una moto è disposto a spendere una cifra esorbitante, come l'attore statunitense Tom Cruise.


La sua passione per le due ruote va ben oltre l'umano consentito. Ovviamente scende in campo il suo ricompenso annuale che farebbe impallidire qualunque comune mortale, e questo gli ha anche permesso di togliersi un piccolo sfizio da 80.000 euro. Sì, avete proprio capito bene, quasi 100.000 euro, comprese le spese di spedizioni, per salire in sella ad una due ruote costruita su misura per lui. Non stiamo parlando di una Kawasaki o di una Ducati. Qui scendono in campo le case costruttrici artigianali. Nel nostro caso in specifico il brand scelto dall'attore statunitense è la Vyrus, azienda che produce moto esclusive in serie limitata nella factory di Rimini. Tom ha scelto la 985 C3 4v, una moto ipertecnologica e dal design ineguagliabile. E' una tra le moto più costose al mondo.

Viene considerata una vera e propria opera d'arte e sta riscuotendo un successo crescente a livello mondiale. Per il modello consegnato dallo stesso Ascanio Rodorigo, fondatore e project leader di Vyrus Divisione Motori volato a Beverly Hills, è stato scelto, dallo stesso attore, il nome di Infinity.


Ma Tom non è l'unico ad aver provato l' ebbrezza di guidare una moto in serie limitata. Qualche tempo fa, tramite qualche giro di amicizie, sono riuscito io stesso a salire in sella ad una CR&S DUU, concorrente artigianale della Vyrus. Niente a che vedere con le moto che vedete sfrecciare tutti i giorni per le strade della vostre città. La DUU, nasce a Milano, da dove prende il suo nome (DUU, in milanese significa due, riferito ai due posti), ed è un concentrato di design, potenza ed innovazione che non può lasciare indifferenti. E' una naked, al vertice del settore Premuim, è stata concepita per accontentare i gusti di tutte le tipologie di clienti seguendo il concetto del "fatto su misura". E diciamoci la verità, a chi non piacerebbe avere una moto, o una macchina per i meno temerari, costruita a proprio gusto e piacimento. Quel tanto che basta a farsi notare quando si va in giro per la città.

DUU: Fada su a Milan cont il coeur e cont i man

Io stesso, non ho badato a spese quando si è trattato di scegliere una moto. Il gusto di arrivare al semaforo, con il corpo forgiato dalla pelle della tuta, e gli sguardi degli automobilisti in disibilio. Essì, perché quando si arriva alla linea di partenza con un mezzo fuori dal comune, che piaccia o meno, la moto, tutti si girano. Si voltano, perché è indiscutibilmente bella, una bellezza che si riflette anche sul motociclista che doma i cavalli che scalpitano sotto il suo corpo. Un fascino che non ha tempo e non conosce età. Così la prossima volta che vedrete una bella moto, magari con gli stessi colori della moto di Pedrosa o Dovizioso, potrete pensare ad una persona come voi, che ama gli uomini ma ancor di più le moto.

Luca Di Pierro

Domenica 08/07/2012 da in , , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su