Aggressione gay: coltello puntato ai testicoli

Ieri pomeriggio è stato aggredito un giovane insegnante a Napoli, mentre attendeva l’arrivo del treno in metropolitana. Tre ragazzi con testa rasata si sono avvicinati alla vittima, e, dopo averlo spinto ed immobilizzato, gli hanno puntato un coltello all’altezza dei testicoli. “Non urlare, altrimenti sei morto” hanno minacciato gli aggressori.
Il fatto è accaduto nella stazione deserta di Quattro Giornate, mentre il docente aspettava tranquillamente di proseguire il suo percorso sui mezzi pubblici. “All’improvviso si sono avvicinati tre ragazzi tutti con le teste rasate e vestiti con un bomber verde. Uno aveva il cappuccio sulla testa ma non avevano i volti coperti. Non ho neanche avuto il tempo di capire cosa stesse succedendo che mi hanno preso per la gola mi hanno intimato “alzati” e poi mi hanno sbattuto contro il muro.

Inizialmente credevo che si trattasse di una rapina”

ha detto il giovane aggredito.
Gli aggressori hanno inveito contro la vittima, gridando “Essere putrido, fai schifo”, continuando a minacciare il giovane per altri minuti.

Fonte: gay.it

Giovedì 15/10/2009 da in , , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su