AIDS. In Cina il dubbio è tra privacy e test.

AIDS. In Cina il dubbio è tra privacy e test.

Da Pechino arriva un dubbio non semplice: meglio il dubbio della malattia o la certezza della mancanza di privacy? E' infatti questo il dilemma che sembrano infatti destinati ad affrontare gli abitanti dalla regione autonoma dello Guangxi Zhuang dove, come riportato dalla Xinhua News Agency, il governo vorrebbe proporre una nuova norma in materia di test HIV.

Per abbassare il tasso delle infezioni, definito "preoccupante", il governo della regione meridionale della Cina vorrebbe imporre l'utilizzo del proprio nome reale al momento della registrazione per sottoporsi al test. Addio privacy personale per chi sospetta, a causa di comportamenti a rischio, di aver contratto l'HIV. Per far fronte allo stigma, serve chiarezza. Forse le proteste in difesa della privacy dimostrano come sia difficile conciliare le due cose. E non crediamo che la Cina sia così lontana, mogli comprese.

fonte: Dragoncastle

Giovedì 16/02/2012 da in , , , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su