Alghero, scritte neofasciste in città: è allarme

Il Cantiere Sociale de l’Alguer, sede del movimento della sinistra giovanile di Alghero, ha visto comparire nelle scorse notti scritte omofobe, xenofobe, svastiche e croci celtiche sui propri muri come in altre parti della città.
“Quest’opera neofascista” è stata esplicitamente firmata da Forza Nuova, movimento di estrema destra creato nel 1997 da Roberto Fiore – uno dei fondatori di Terza Posizione – condannato dalla magistratura italiana a sessantasei mesi di carcere per banda armata.
“Personaggi meschini che riempiono le strade con offese dirette agli omosessuali, ai concittadini di etnia rom, a chi lotta per avere spazi sociali” vengono definiti i responsabili di questi atti vandalici dai ragazzi del Cantiere.
Ora i membri del Cantiere esigono che il Sindaco si dissoci pubblicamente da questi atti, accusando l’amministrazione: “di commemorare in una lapide gli squadristi nazifascisti della Repubblica di Salò o ai consiglieri comunali che concludono le lettere aperte con “a noi”, e a quelli che infarciscono i loro interventi scritti di espressioni fasciste tipo “onore e disciplina” sotto lo sguardo silenzioso del Presidente del consiglio”.
Per questo ora chiedono una forte presa di posizione e una risposta a questo vento di svastiche da parte di tutti i movimenti, partiti politici e singoli che si definiscono antifascisti, democratici e moderati , ricordando che: ” l’antifascismo è un valore fondamentale della Costituzione Italiana”.

redazione@gay.tv

Lunedì 14/09/2009 da in

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su