Allenamento funzionale per l’uomo: i consigli per non sbagliare

Allenamento funzionale

Allenamento funzionale per l’uomo: i consigli per non sbagliare e beneficiare a pieno dei suoi effetti positivi sul fisico. Nell’allenamento funzionale non si allena il muscolo, bensì si risveglia il movimento. Con il passare degli anni, infatti, la vita sedentaria che siamo abituati a condurre fa perdere al corpo alcuni movimenti naturali per cui è nato. Questo tipo di allenamento nasce con il movimento articolato finalizzato a uno scopo motorio preciso, utilizzato fin dai primi esseri umani. I primati compivano movimenti innati: spingevano, tiravano, saltavano, correvano, si arrampicavano e facevano capriole tranquillamente. Sono tutti movimenti che l’uomo ha dentro di sè ma che col passare del tempo perde l’abitudine a compiere quotidianamente; ne sono un esempio i bambini che, appena nati o molto piccoli, fanno capriole senza particolare fatica. Con l’allenamento funzionale il muscolo viene così allenato per la funzione principale per cui è stato creato.

Caratteristiche dell’allenamento funzionale
Nel mondo del fitness il functional training ha lo scopo di attivare in maniera complessa ma naturale i propri muscoli compiendo azioni che risultano facilmente gestibili perchè ricordano movimenti che vengono spesso quotidianamente compiuti.
L’allenamento funzionale permette un’azione sinergica muscolare legata ad una multiplanarietà e coordinazione dei movimenti unita ad un’intensa azione cardiovascolare. Inoltre, permette di ridurre i tempi di allenamento rispetto a quelli per un allenamento standard.
In palestra si utilizzano attrezzature basilari come manubri, bilancieri, kettlebells, sly disk, sacchi pieni di sabbia o acqua e altri piccoli attrezzi che sfruttano la resistenza naturale del corpo stesso. In questo modo il sistema muscolare lavora in modo sinergico producendo un’azione motoria molto complessa che appare semplice, come sollevare un peso da terra e portarlo sopra alla testa. Ad esempio, la kettelbell è una palla in ghisa con una maniglia, definita anche “palla di cannone con maniglia”, che permette di perdere peso e avere un corpo tonico e modellato. Anche lo sly disk aiuta a compiere movimenti fluidi ed armoniosi che consentono l’allenamento generale di tutto il corpo.

Si tratta di due dischi simili a dei frisbee che si mettono sotto a piedi e mani per scivolare sul pavimento. I dischi di solito hanno dimensioni compatte di circa 20 cm e hanno consistenza e aderenza diverse sui due lati che li compongono. Se si abbina al movimento delle gambe quello delle braccia, è possibile realizzare uno sforzo totale su tutte le fasce muscolari, perfetto per mantenere la forma fisica generale.

Allenamento funzionale: per chi?
L’allenamento funzionale è un allenamento per tutti sempre nuovo, sia nei tempi che nel fine. La durata e l’ordine di esecuzione degli esercizi è sempre differente, allenandosi con vari schemi di lavoro come esercizi a coppie, schemi a cerchio e molti altri. Il movimento diventerà di volta in volta sempre migliore, eseguito con maggiore naturalezza compiendo un risveglio totale del corpo. Inoltre questa tipologia d’allenamento è facile da replicare in qualsiasi situazione e ambiente: in palestra come in casa o nel parco, lavorando a corpo libero senza attrezzi o con elastici, o ancora con una palla medica, la fitball per esempio.
Questo tipo di allenamento contribuisce ad acquisire una maggiore consapevolezza del proprio fisico, aumentando la fiducia in se stessi e nelle proprie capacità fisiche con un connesso risveglio del proprio io interiore. Cosa aspettate a provarlo?

Mercoledì 22/10/2014 da Claudia Scorza in

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su