Andrew Garfield: “il mio corpo deve essere flessibile per Spiderman”

Il mondo dell’entertainment mondiale non è stato molto benevolo nei confronti di Andrew Garfield, novello Spiderman. Su internet c’è chi non nasconde il suo dissidio per la scelta del giovane interprete nei panni di cotanto supereroe in un prequel della celebre saga firmato Marc Webb.

Al Telluride Film Festival in Colorado, Andrew Garfield è stato intervistato in occasione dell’uscita di “Never Let Me Go” (con Keira Knightley e Carey Mulligan) dove ha parlato anche della nuova esperienza nei panni dell’Uomo Ragno.

“Per 24 anni ho voluto che qualcuno mi chiamasse e dicesse: Hey, vogliamo che tu faccia finta di essere un personaggio che hai sempre voluto essere da tutta la vita, e lo faremo con delle telecamere fichissime, effetti speciali super cool e ti sembrerà quasi di ciondolare fra un grattacielo e l’altro di New York, ci stai?.
Bene avrei risposto io mi faccia consultare con me stesso a sette anni, un attimo e vediamo che cosa ne pensa lui. Il bambino che è in me ha iniziato ad urlare dalla gioia e a dire: questo è quello che stavamo aspettando

“Ogni adolescente che è molto più forte dentro rispetto a quanto non lo sia fuori, ogni ragazzo magrolino desidera che i suoi muscoli siano grandi quanto il suo senso dell’ingiustizia, Dio, è proprio quello di cui sono fatti i sogni, capisci? E’ davvero un onore per me fare parte di questo simbolo, e credo che sia veramente importante rappresentare questa cosa. Mi sento come se mi stessi preparando a fare questo ruolo da un bel po’ ormai. Più o meno da quando ho indossato per la prima volta il costume di Spiderman: a quattro anni per Halloween”.

Diventare il piccolo Spiderman sarà per lo sconosciuto Garfield un cambiamento radicale. Si ritroverà tutto ad un tratto ad essere famoso, famoso sul serio, al centro dell’attenzione. Come sarà essere sotto l’occhio attento e indagatore dei media dopo aver vissuto una vita “normale” fino ad ora? “Non prestare attenzione, non sprecare nessuna delle mie energie. Farò questo lavoro esattamente come qualsiasi altro lavoro a cui tengo molto.

Forse da parte mia è sciocco pensare di potermela cavare con così poco. Ma se presti attenzione a qualcosa, inevitabilmente questa crescerà. Voglio solo fare l’attore, ecco tutto. E ovviamente, tutte queste cose mi sono venute in mente quando ho preso questa decisione. Ma alla fine dei conti, sono sicuro che riuscirò a non farmi definire da questo lavoro“.

Per quanto riguarda la preparazione fisica, Garfield suggerisce come una delle qualità che dovrà esercitare in vista delle riprese, sarà quella della flessibilità: “Dovrò allenarmi tanto, ma per adesso la flessibilità è sicuramente uno dei maggiori obiettivi. Devo riuscire ad essere il più flessibile possibile“.

Lunedì 06/09/2010 da in , , , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su