Anna Wintour fulmina Pixie Geldof: guai a sedersi in prima fila se non adeguatamente vestiti

Vabè che la sfilata era della linea Twenty8Twelve di Savannah e della più celebre sorella Sienna Miller, ossia il nulla elevato al cubo. Fosse stato, che ne so, Oscar de la Renta, magari c’era da incazzarsi di più. Invece Anna Wintour, in prima fila alla sfilata della London Fashion Week, è stata letteralmente costretta a sedersi accanto ad un incubo in scarpe basse, ossia le due it-girl inglesi Alexa Chung, vj di Mtv e Pixie Geldof, figlia nullafacente e stilosissima di Bob.

Il Daily Mail ha fatto notare che il linguaggio del corpo non mente e le braccia conserte e le gambe inclinate verso destra ed il più lontano possibile dalle due "intruse" di Anna parlano chiaro e dicono: "anfibi con spuntoni e borchie…magliette informi…calze nere coprenti…capelli spettinati…portatemi via da questo incubo: I M M E D I A T A M E N T E".
Poi, apoteosi del distacco fisico ed emotivo della povera Wintour da se stessa e dalla catwalk, quando le due BFF si sono abbracciate. Anna volta la testa e la sua espressione è quella di chi ha appena visto una cosa viscida e orrenda, tipo un pantalone blu con una maglia nera se non sei vestito Prada.

Nel frattempo Pixie se l’è andata a cercare sfilando vestita come Ciottolina dei Flinstones durante la sfilata di Jeremy Scott e con un presagio inquietante sulla passerella di Vivienne Westwood, il ritorno del mullet, ossia la pettinatura più orrenda che l’essere umano abbia mai concepito.

alessia.gargiulo@gay.tv

Martedì 22/09/2009 da in

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su