Annozero: le cronache della D`Addario

Fino all’ultimo la partecipazione di Patrizia D’Addario a Annozero era rimasta in forse. Invece, puntuale alle 21.05 Michele Santoro compare sugli schermi Rai "Sono qui in onda, e ci rimarrò. Nessun cambiamento al programma".

Il programma si apre sul tema del contraddittorio. Esiste? Non esiste? Funziona? Ospiti il sindaco di Bari Michele Emiliano, il direttore di “Libero” Maurizio Belpietro, la direttrice del settimanale femminile “A” Maria Latella, il vicedirettore de “Il Giornale” Nicola Porro, la giornalista de “Il Manifesto” Norma Rangeri e il Premio Pulitzer Carl Bernstein in collegamento da New York. Piatto forte: l’intervista alla "escort" Patrizia D’Addario.

"All’incontro con Berlusconi a Palazzo Grazioli mi sembrava di essere in un harem. Quella volta c’erano il presidente, Giampaolo Tarantini, e più di venti ragazze.

Si ballava, si cantava" dichiara la D’Addario "Berlusconi sapeva che ero una escort" (ma va? Pensava di averla conquistata con i suoi folti capelli?). Belpietro lancia la pietra dello scandalo "ma ora come campa? Chi le da i soldi?" mentre Santoro chiude la trasmissione. Lo stesso Belpietro quindi corre freneticamente fino allo studio di Porta a Porta dove di tenta l’esperimento di "contro-talk show".

Metà della politica italiana, dal ministro della Difesa La Russa a Donadi dell’Italia dei Valori è seduta nel salotto di Vespa e commenta Santoro e le dichiarazioni della escort o "prostituta" come specifica La Russa per correttezza linguistica.

Fonte TVblog, Repubblica

redazione@gay.tv

Venerdì 02/10/2009 da in , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su