Arcigay: caro Vespa ognuno ha diritto alla sua biografia, ma il coraggio cambia il mondo.

Arcigay: caro Vespa ognuno ha diritto alla sua biografia, ma il coraggio cambia il mondo.

Nella puntata di Porta a Porta di ieri sera, Bruno Vespa, ricordando la scomparsa di Lucio Dalla, ha voluto rimarcare ed esaltarela scelta fatta dalgrande cantante e poeta di "non fare una bandiera della sua omosessualità".
Ci preme sottolineare come e quantoArcigay abbiasempre tutelato in modo netto il diritto di ogni persona, qualunque sia la sua identità di genere o il suo orientamento, di vivere secondo le proprie inclinazioni, esercitando la piena libertà rispetto all'opportunità, ai tempi e alle modalità con cui manifestarle. Abbiamo sempre ritenuto questa libertà un bene intangibile; esprimendoci duramente, anche di recente,rispetto alla pratica barbaradi un outing anonimo evigliacco che ha squalificato chi l'ha proposto.

Tuttavia pensiamo anche che sia profondamente ingiusto epoco civilecancellare il valore formidabile dell'orgoglio di essere omosessuali, bisessuali o transessualie di combattere una battaglia visibile per la democrazia, l'uguaglianza e la libertà: ovvero per qualcosa la cui autentica realizzazione è un bene decisivo per chiunque.

Forse Vespa ignora quante vite si sono spese ovunque in tutto il mondo, semplicemente per affermare la dignità dell'esistenza e la rivendicazione dei propridiritti fondamentali; quante persone hanno sofferto e subito violenzefino al suicidio,o sono state assassinate; torturate,giustiziate; private dei diritti più elementari in ragione della loro omosessualità o transessualità.

Anche in Italia, caro Vespa, da oltre quaranta anni, generazioni di uomini, donne, anziani e giovani hanno ritenuto di battersi per quel diritto alla pienezza di diritti che la nostra Costituzione ritiene necessario patrimonio di tutti. Perché caroVespa non ammette che il coraggio delle battaglie civili non può essere un obbligo, ma che illumina l'esistenza di chi se ne fa carico?

Le persone di colore,le donne,gli ebrei, gli omosessuali ed i transessuali che hanno saputo dire di no alle ingiustizie, hannogenerato giustiziaanche per lei. Secondo lei hanno sbagliato tutto? Se lei è sinceramente interessato a raccontare la realtà, ci dimostri onestà intellettuale econtribuisca ad un dibattito alto e serio confrontandosi con noi su questi punti.

Ma si ricordi che tra Rosa Parksed Obama si staglia una lineasublimecheha cambiato il mondo, perchè dal coraggio di alcunihasaputo generare laparità per tutti.

Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay

Mercoledì 07/03/2012 da in , , , , , , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su