Attivista gay a 14 anni: il ragazzino che ha commosso l’America. VIDEO

Si chiama Graham Taylor, è uno studente di 14 anni: durante un consiglio scolastico è diventato l’eroe della sua scuola, la Ann Arbor nel Michigan, un piccolo eroe americano. Un professore del suo istituto, Jay McDowell, era stato sospeso per un giorno senza stipendio per aver allontanato dalla classe e punito due suoi studenti responsabili di aver usato dei commenti inappropriati ed omofobi durante lo Spirit Day.

Taylor ha deciso di prendere le sue parti durante una riunione in cui si discuteva appunto dell’accaduto: “Sono gay, e sono giovane” ha detto Graham, in un discorso che tutto sembra furchè pronunciato da un ragazzino di soli 14 anni “e posso assicurarvi che essere gay è motivo di tante difficoltà. Così come Martin Luther King sperava che i suoi figli sarebbero un giorno stati giudicati non per il colore della loro pelle ma per la loro persona, così anche io spero un giorno di poter essere giudicato per quello che sono e non per le persone che amo“.

Qualcuno” continua Taylor nella sua arringa “ha avuto finalmente il coraggio di farsi avanti e di prendere una posizione. Nelle classi di questa scuola, fra i ragazzi di questa scuola, si sentono cose orribili: le stesse cose orribili che mi hanno spinto verso il suicidio a soli nove anni“. Per poi concludere facendo un appello al consiglio: “La cosa migliore che possiate fare ora come ora è ridargli il suo stipendio e annullare il provvedimento disciplinare nei suoi confronti. Il professore ha fatto una cosa straordinaria, una cosa che è valsa da ispirazione per moltissime persone. E semmai avrò un insegnante come Jay McDowell, cambierebbe sicuramente ai miei occhi.

Appoggio in pieno il signor McDowell, e spero voi facciate lo stesso“.

Lunedì 15/11/2010 da in ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su