Ben Cohen ‘hot and hairy’ su Attitude: sport, gay e coming out possono andare d’accordo? Foto

Il mensile gay Attitude questo mese mette in copertina la star del rugby inglese, icona bear e assolutamente friendly Ben Cohen (LEGGI L’ARTICOLO CHE GLI AVEVAMO DEDICATO >>>). Nel magazine, oltre ad uno strepitoso servizio di Ben vengono riportate le opinioni sul coming out nello sport della presentatrice lesbica della BBC Clare Balding e dell’arbitro gallese Nigel Owens.

Owens tentò il suicidio a 20 anni proprio a causa della sua sessualità. "Non volevo essere gay - ha raccontato - Ero preoccupato per ciò che avrebbero pensato le persone. Ma un giorno mi svegliai e vidi i miei genitori che piangevano. Fu devastante. Capii che mi era stata data una seconda possibilità ed era tempo di rialzarsi. Mi vergognavo così tanto di ciò che avevo fatto".
La sua decisione di fare coming out arrivò solo dopo essere diventato un arbitro famoso e un presentatore per la tv gallese. "Ero in un fast food un giorno – continua Owens – ed un gruppo di ragazzini mi chiese l’autografo. Mi chiesi se me lo avrebbero chiesto se avessero saputo che ero gay. Decisi di essere onesto. Mantenere un tale segreto mi stava rovinando la vita e il lavoro. Fortunatamente la reazione di tutti al mio coming out è stata fantastica".
Clare Balding aggiunge: "Occorrono individui coraggiosi che sono preparati al coming out e legislatori preparati a punire coloro che provano a schernirli.

Il cambiamento nell’atteggiamento deve venire dall’alto: personaggi chiaramente friendly come David Beckham possono fare la differenza in futuro".

D’altro canto un altro intervistato di Attitude, Max Clifford, guru delle PR, avverte che comunque l’omofobia nello sport è ancora fortissima e che spesso un coming out potrebbe distruggere una carriera. Clifford ha rivelato di avere tra i suoi clienti un calciatore bisessuale e che personalmente gli ha consigliato di tacere. "L’ultima cosa che un manager vuole sono problemi da parte dei fan" ha ammesso Clifford.
Ma l’illuminato Cohen pare non essere d’accordo con Clifford. Ad Attitude ha dichiarato: "Penso che se un calciatore dovesse fare coming out, diventerebbe incredibilmente famoso, e solo per averlo ammesso. Penso che comincerebbe a cambiare qualcosa. Molte persone ne seguirebbero l’esempio e lo supporterebbero. A volte ci vuole solo qualcuno che cominci a fare qualcosa, qualcuno che crei un effetto valanga. E molte persone direbbero semplicemente, va bene, tanto lo sapevamo già".

redazione@gay.tv

Venerdì 25/09/2009 da - . - in

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su