Benedetto XVI: “l’omosessualità è amorale”

L’omosessualità è “una grande prova” di fronte alla quale una persona
può trovarsi, “così come una persona può dovere sopportare altre prove”, ma “non per questo diviene moralmente giusta”.

Queste sono le parole che Papa Benedetto XVI ha pronunciato riguardo all’omosessualità nel libro-intervista del giornalista Peter Seewald, nel quale tocca molti temi scottanti per la Chiesa Cattolica, come la pedofilia, il profilattico, il caso Williamson e ovviamente l’omosessualità.

“Se qualcuno presenta delle tendenze radicate omosessuali profondamente
radicate
– ed oggi ancora non si sa se sono effettivamente congenite
oppure se nascano invece con la prima fanciullezza – se in ogni caso
queste tendenze hanno un certo potere su quella data persona, allora
questa è per lui una grande prova, così come una persona può dovere
sopportare altre prove”.

Questa frase non può che ricordarci un passo del Vangelo, in cui il figlio di Dio viene tentato dal diavolo nel deserto e deve superare le prove a cui viene sottoposto. Quindi l’omosessualità è il diavolo per noi esseri umani? Non cadete in tentazione.

Fonte: Repubblica

Martedì 23/11/2010 da in , , , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su