Cagliari: il professor Biagini continua a difendere i suoi testi omofobi

Ne avevamo già parlato QUI > ma le cose non sono cambiate di molto in questi mesi.
Emilio Biagini, esimio docente di geografia alla Facoltà cagliaritana di Lingue straniere a Maggio ha messo in subbuglio l’Ateneo e gli studenti presentando dei libri di testo nel suo programma d’ esame che contengono affermazioni omofobe, xenofobe e di stampo fortemente religioso.
Un esempio sono le affermazioni che l’anziano professore genovese,ha fatto sull’aids: “ non è affatto un’ epidemia perché riguarda due cespiti precisi della popolazione: i drogati e gli omosessuali”.
Aggiungendo recentemente sempre su questo argomento che il preservativo non è altro che un colabrodo nei confronti della diffusione del virus.
Poi si è scagliato: contro il rock, reo di contenere frasi che inducono al suicidio e messaggi satanici; contro il Titanic che secondo il professore conteneva frasi blasfeme, che l’avrebbero portato alla sciagura, e perfino contro Giordano Bruno: “Solo una spia eretica che tradiva i fedeli della Chiesa cattolica per consegnarli al boia”.
Ha attaccato pure Newton e la teoria dell’evoluzione dicendo che preparava inutili intrugli per mantenersi giovane in una relazione omosessuale con un matematico svizzero. Infine ha definito i protestanti come la causa di ogni male della nostra società.
Molti studenti si erano ribellati e avevano manifestato contro i testi del professore.
Il Preside di Facoltà prima della pausa estiva gli aveva chiesto di sostituire i suoi testi con altri, ma il professor Biagini si è rifiutato, e senza rispettare il codice etico esaminerà solo gli studenti che avranno studiato i suoi testi.
Ora, si attende il consiglio di facoltà che si svolgerà mercoledì prossimo a cui parteciperà anche il professore che al momento si è chiuso nel silenzio in attesa di dire la sua in quell’ occasione.
Se si comporterà come si è comportato ai microfoni di Radio 24 ne sentiremo delle belle.
Ascolta il video >

Fonte: QueerBlog
redazione@gay.tv

Lunedì 14/09/2009 da in ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su