Cassano sui gay in nazionale: Codacons chiede risarcimento con una class action

Cassano sui gay in nazionale: Codacons chiede risarcimento con una class action

Le scuse tardive di Antonio Cassano non sono bastate. Il Codacons, associazione dei consumatori, ha infatti diramato un comunicato per far sapere che è possibile intentare una class action contro il calciatore:
"Tutti gli omosessuali che si sentono offesi e danneggiati dalle affermazioni di Cassano, possono agire legalmente chiedendo al calciatore un risarcimento per il danno morale subito in tal senso il nostro ufficio legale si mette a disposizione dei singoli e delle associazioni gay di tutta Italia, allo scopo di intentare una azione collettiva nei confronti del giocatore".
Le affermazioni di Cassano che, parlando di presunti calciatori gay in Nazionale, ha utilizzato l'espressione "froci" "non solo sono atte a ledere la dignita' degli omosessuali, ma possono risultare addirittura pericolose. Ciò - prosegue il Codacons – non tanto per il loro banale contenuto, quanto perchè provenivano da un campione di calcio seguito e imitato dai ragazzini e tifosi in tutto il mondo".

[VideoID=a72ee623-5bb4-4c6c-b3ba-86d075717fdb]

Intanto il Gay Village di Roma ha diffuso la campagna pubblicitaria per la sua estate 2012: "Naturalmente attaccanti" con tanto di tacchi a spillo sul campo di calcio. Un bel modo per parlare ancora di omofobia nel mondo del calcio, ma con una punta di ironia.

Lunedì 18/06/2012 da in ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su