Centurion: il fascino del gladiatore contemporaneo

Un’arena immaginaria. Un mercante d’anime chiamato Madison. Un gladiatore dal corpo statuario Dirk van Maris-Ploeg. Voi siete il pubblico e quello che si sta scatenando davanti ai vostri occhi è “Centurion”: la nuova lotta dell’uomo contro gli stessi simboli che porte cuciti addosso. Un cavaliere nero che combatte contro i fantasmi del presente, un gladiatore senza spada né scudo che si prostra di fronte all’obiettivo dell’artista, che plasma i corpi a suo piacimento. Uno spettacolo di carne, pelle, ferro e croci, in una suggestione visiva tra sacro e profano. Qual è l’esito pubblico? Pollice alto o pollice verso?

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Leggi altro su:

Venerdì 29/04/2011 da in , ,

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su