Chieti, aggressione omofoba a ragazzi gay da parte di un gruppo di nazi e ultras

Chieti, aggressione omofoba a ragazzi gay da parte di un gruppo di nazi e ultras

Nuovo episodio di intolleranza omofoba denunciato dal Gay center. Domenica sera, verso le 11.30 alcuni ragazzi, seduti a un bar di Chieti scalo dove era stato organizzato un aperitivo 'gay friendly', sono stati aggrediti "da un gruppo di giovani che indossavano magliette con simboli nazisti o degli ultras del Chieti". Prima le offese, poi è iniziato un lancio di bottiglie contro i ragazzi gay seduti al bar. Alcuni testimoni sostengono di aver visto uno degli aggressori brandire una spranga di ferro, mentre minacciava i coetanei. Sarebbe rimasto ferito uno dei giovani omosessuali.
Claudio Minetti, del circolo Arcigay Triangolo Rosa di Chieti ha denunciato l'accaduto al numero verde del Gay center. "Le aggressioni omofobe a Chieti – racconta Minetti – non sono una novità. Ce ne è stata una nel dicembre scorso ai danni di due studenti medi, rimasta purtroppo nel silenzio. Dopo questi fatti dobbiamo purtroppo dire che c'è in città un clima angosciante.

E, come se non bastasse, la polizia è arrivata dopo tre chiamate, a quasi un'ora di distanza dall'accaduto",

aggiunge Minetti.
"Raccogliamo questa denuncia - spiega Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center - facendo appello alle autorità locali di fare piena luce sull'accaduto e denunciando ancora una volta la necessità che ci sia un impegno politico nel varare norme che contrastino la violenza omofoba. Quanto avvenuto a Chieti è ancor di piu' preoccupante perchè è stata un'aggressione di gruppo organizzata e con uno sfondo ideologico di estrema destra di fronte ad altri giovani che stavano pacificamente trascorrendo una serata".

Martedì 05/06/2012 da in

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su