CINA: ATTIVISTA CONDANNATO PER SOVVERSIONE

PECHINO – Una corte di giustizia cinese ha condannato a 3 anni e mezzo di reclusione Hu Jia, 34 anni, uno dei più famosi dissidenti cinesi. Il reato di cui è accusato è sovversione. Hu Jia ha sempre lottato per le libertà civili, fossero esse le campagne di prevenzione contro l’AIDS o le lotte per la difesa dell’ambiente dalle devastazioni industriali.



Hu Jia è stato condannato per alcuni articoli che avrebbe pubblicato su internet. Si è dichiarato non colpevole. Il suo avvocato ha fatto sapere che Hu Jia era emotivamente preparato al momento della sentenza e che ancora non ha fatto appello, vista l’inutilità. Al processo non è stato permesso a diplomatici o giornalisti di essere presenti, mentre hanno potuto assistere la madre e la moglie dell’attivista. Amnesty International ha condannato la sentenza affermando che essa "tradisce le promesse fatte dal governo cinese di migliorare i diritti umani nel Paese". L’Unione Europea ha richiesto la scarcerazione immediata.

Giorgio Lazzarini

redazione@gay.tv

Martedì 25/09/2007 da in , , , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su