Cina. Il problema dei gay? 16milioni di mogli, ovviamente

Cina. Il problema dei gay? 16milioni di mogli, ovviamente

Il giorno del matrimonio dovrebbe essere il momento di massima felicità per una coppia. L'inizio della vita insieme di uomo e donna dovrebbe rappresentare la gioia per antonomasia, ma spesso rischia di incarnare l'inizio del segreto e della paura.

A sottolinearlo è la China Central Television, celebre canale del Sol Levante, che ha recentemente scelto di dedicare parte della propria programmazione agli omosessuali. "Il miglior momento della mia vita è stato rovinato", racconta una donna che, suo malgrado, ha sposato un uomo gay.

Sono milioni in Cina le donne che vivono accanto a uomini soltanto in apparenza eterosessuali. I calcoli parlano di 16milioni di donne, a riportarlo è il Guangzhou Daily, citando l'Associazione dei Sessuologi Cinesi.

Il matrimonio, per costoro, è un passaggio fondamentale per portare avanti la linea di sangue, come vuole la tradizione cinese.

Il 90 per cento degli omosessuali in Cina sono sposati, riporta lo show "In the name of life", peccato che "la maggior parte delle mogli non lo sappia". Per costoro è nato Tongquijayan, un sito che offre consulenza psicologica e legale alle mogli dei gay, come negli USA.

Fonte: Dragoncastle

Venerdì 03/02/2012 da in , , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su