Cindy Lauper pro gay: apre casa di accoglienza per homeless

A New York apre un rifugio per ragazzi e ragazze omosesseuali senza casa. Locandiera d’eccezione sarà Cindy Lauper, popstar, nonché icona gay in auge negli anni Ottanta e Novanta. Dopo aver inaugurato Give a damn, l’iniziativa di eccezionale portata contro la discriminazione di gay e lesbiche di tutto il mondo, dove una coraggiosa Anna Paquin aveva ammesso la propria bisessualità, Cindy è pronta per un altro nobile progetto.

Parecchi ragazzi fanno coming out, vedendosi accettati e rappresentati alla TV o nei film, ma vengono ancora buttati fuori dalle loro case, oppure devono fuggire, e vivono per la strada. Dobbiamo rassicurarli che ci prenderemo cura di loro“, ha dichiarato la cantante newyorchese. Al rifugio potranno accedervi persone tra i 18 e i 24 anni che sono stati
allontanati dalle famiglie per via della loro sessualità. Sono previste trenta stanze.

L’iniziativa della Lauper è una chiara risposta ad un fenomeno reale e preoccupante. Secondo alcune statistiche, infatti, il 35% degli homeless negli
States sono gay o bisessuali
allontanati dalle famiglie a causa del loro orientamento sessuale.

Giorgio Lazzarini

Venerdì 09/04/2010 da giorgio.lazzarini in , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su