Come aggiornare Android per non rimanere indietro

Android

Come aggiornare Android per non rimanere indietro? Se avete uno smartphone con il sistema operativo Android, fate parte di una sempre crescente maggioranza che ad altri sistemi operativi preferisce quello del simpatico robottino. Android si è affermato sulla scena dei dispositivi mobili come uno dei top player, riuscendo a strappare un’ampia fetta di mercato al suo concorrente ormai storico – parliamo ovviamente di Apple, altra grande compagnia che domina il settore mobile a livello globale. Ma come si può rimanere sempre al passo con i tempi e con tutti gli aggiornamenti che riguardano questo sistema operativo? Scopriamolo insieme.

Android è stato fondato nel 2003 da un gruppo di personalità eminenti nell’ambito dell’alta tecnologia. I fondatori della Android Inc furono Andy Rubin (co-fondatore di Danger), Nick Sears (vicepresidente dell’operatore T-Mobile), Rich Miner (co-fondatore con Rubin di Danger e di Wildfire Communications)e Chris White (colui che ha contribuito all’invenzione della Web TV) – pochi anni dopo il colosso Google ne comprese la potenzialità e acquisì le aziende, visto l’interesse ad entrare nel mondo mobile – da lì in poi, è storia – Android è diventato un vero e proprio colosso per quanto riguarda i device mobile, siano essi smartphone, tablet o mini pc.

Come ogni sistema operativo, anche Android ha frequenti aggiornamenti. La peculiarità degli aggiornamenti di Android è che vengono chiamati tutti con nomi di dolci e dessert – c’è stato l’Ice Cream Sandwich, ovvero il gelato biscotto, Donut, la ciambella, Froyo, lo yogurt gelato, il Jelly Bean, in onore delle famose caramelline gommose americane, ma anche il Cupcake, l’Eclair e Gingerbread, ovvero il pan di zenzero, fino ad arrivare all’ultima versione, denominata KitKat. Oltre a conoscere questa simpatica peculiarità, è bene sapere che è importante aggiornare il proprio telefono con la versione di Android più recente per sfruttare appieno le potenzialità del vostro device.

Come fare? Semplice! Basta collegare con un cavo USB il vostro dispositivo al computer, utilizzare un programma di interfaccia (come ad esmpio Kies, per i Samsung) e scaricare l’aggiornamento. L’operazione dura più minuti, ma vale sicuramente la pena farlo per avere un telefono più veloce e con migliori funzionalità.

Mercoledì 11/06/2014 da Arianna Stefanoni

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su