Come non si prende l’HIV

aids

Ecco come NON si prende l’HIV. È molto importante saperlo perché l’informazione è la prima arma contro l’ignoranza che crea discriminazioni e paure inutili. L’HIV è un problema molto serio che non va in nessun modo preso sotto gamba. Una volta contratto il virus è bene prendere subito dei provvedimenti in modo da evitare il prima possibile conseguenze gravi. Detto questo, non bisogna vivere nel terrore e avere paura di tutto e tutti. L’unico modo per tutelarsi senza eccessive preoccupazioni è quello di conoscere e informarsi: ecco come non si contrae il virus.

Abbiamo visto in un precedente articolo che l’HiV si può prendere tramite il sesso, il sangue e dalla madre attraverso il parto.
Questo significa che non si trasmette attraverso i normali rapporti quotidiani. Non possiamo contrarre il virus stringendo la mano ad una persona, abbracciandola, accarezzandola e nemmeno baciandola (neppure con la lingua). Sebbene l’HIV sia stato individuato anche nelle urine, nelle feci, nella saliva e nelle lacrime, è in percentuale talmente bassa da risultare impossibile il contagio. Non è noto nessun caso al mondo. Per questo, non è possibile essere contagiati nemmeno con uno starnuto, utilizzando lo stesso W.C., gli stessi indumenti, asciugamani e perfino la stessa biancheria intima.

Che siate sieropositivi o no, potete tranquillamente frequentare palestre, piscine, saune, bagni pubblici e utilizzare apparecchiature come phon, telefoni e quant’altro senza correre alcun rischio. Gli studi medici, dentisti ed estetisti sono obbligati a rispettare le norme igieniche e di tutela della salute sterilizzando o cambiando le apparecchiature come forbici, bisturi e altri strumenti taglienti che entrano in contatto con fluidi corporei del paziente come sangue e liquidi seminali.

Se vi capita di convivere con una persona sieropositiva, basta che rispettiate le comuni norme igieniche. Evitate di utilizzare lo stesso spazzolino, rasoio, tagliaunghie e altri oggetti che possano entrare in contatto con il sangue. Non sussistono invece problemi ad utilizzare la stessa forchetta o bere dallo stesso bicchiere.

Giovedì 26/06/2014 da Chiara Necchi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su