Facendo coming out ho perso il mio migliore amico – La Posta del Cuore

Due amici maschi

Ciao redazione di GAY.tv, mi chiamo Luciano, ho deciso di scrivervi perché ho un grosso problema.. sebbene ho fatto coming out da un anno, e tutti anche i miei genitori hanno accettato la cosa senza tanti problemi (mio padre ci ha messo un po’ di più e adesso ancora ogni tanto ha dei problemi ma mi sta venendo incontro), la sensazione più brutta è stata perdere il mio migliore amico, mi spiego: con A. siamo vicini di casa e compagni di classe dalle elementari (vivo in un piccolo paese del ferrarese).
Praticamente qui c’è una sola compagnia, siamo cresciuti insieme e abbiamo tutti gli amici in comune. Sebbene nella compagnia il fatto che io sia gay non ha dato problemi a nessuno (c’è anche una ragazza lesbica che è dichiarata da sempre), lui, A., ha cambiato atteggiamento con me…
Io credo sia successo questo cambiamento perché a volte ci hanno preso in giro dicendo che eravamo stati insieme (ma per ridere). E’ possibile che lui sia diventato freddo per questo secondo te?
Ho cercato di fare chiarezza e ne abbiamo parlato, ma lui ha risposto dicendo che non ci sono problemi e che mi vede allo stesso modo, ma so che non è così. Cosa dovrei fare?


Il giorno in cui decidi di uscire dall’armadio e fare coming-out, riesce ad essere sempre il più pazzo e strano giorno della tua vita, soprattutto perché improvvisamente il segreto che dentro te hai custodito negli ultimi 15 o 20 anni, diventa un “fatto” di dominio pubblico. Ti senti esposto, fragile, vulnerabile, ed è normale cominciare a chiedersi se si è fatto bene a farlo.
Il coming out è una scelta difficile. Ognuno di noi ci pensa per mesi e mesi prima di affacciarsi al mondo un mattino, e cominciare a dire “in giro” quel che sente dentro se da sempre. E se lo analizziamo da fuori ascoltando un po’ di esperienze, troveremo in comune quasi sempre una cosa. Alcune persone ci “abbandonano”, magari proprio perché spaventate dal nostro essere gay. E farci i conti non è mai facile.
Caro Luciano, lo so che tutto ciò ti sembrerà assurdo, ma le persone nella nostra vita vanno e vengono. Ci sarà chi resterà per un attimo, e chi per qualche tempo, e poi ci saranno pochi pochissimi che resteranno per sempre. Perché alcuni vanno, alcuni restano, alcuni nemmeno si affacciano mai nella nostra esistenza, è un bel mistero. Credo che la risposta più logica sia perché tutti noi abbiamo idee diverse, abitudini diverse e modi di fare differenti gli uni dagli altri, e non mi stupisce che proprio il tuo migliore amico stia vivendo un momento di sbandamento a riguardo della presenza nella tua vita.
Sai perché è difficile darti un consiglio? Perché i più direbbero che è un cattivo amico, che dovresti cambiare aria e cercartene uno nuovo, che dovrebbe accettarti senza riserve e anzi, starti ancora più vicino perché il tuo è un momento duro.

Ma purtroppo io non la penso così. Io schiettamente penso che se fossi etero, e il mio migliore amico un giorno mi dicesse che è gay, mi sentirei terribilmente in imbarazzo.
Penso che non riuscirei più a guardarlo con gli stessi occhi, o a scherzarci nello stesso modo. E i motivi sono molti, moltissimi e penso che anche a te ne possa venire a mente qualcuno.
Ad esempio lui può pensare che tu non abbia ricambiato la sua “fiducia”. Lui magari non ha mai avuto segreti con te, e tu per tutti questi anni hai covato questa cosa dentro te senza fargliene accenno. Io mi sentirei ferito per questo “segreto”, e anche mi ferirebbe il venire a saperlo “per ultimo”. Fa niente se in realtà è stato il primo a cui l’hai detto, perché lui si sentirà sempre un poco il “secondo”, che poi nella mente si trasforma in “ultimo”.
Addirittura forse lui si sente a disagio per alcune cose che facevate insieme, e che ora viste con un altro occhio (cioè gli occhi di chi sa che tu sei gay), gli sembrano dei modi per provarci con lui, o addirittura può pensare che tu abbia una cotta per lui, per questo siete diventati nel corso del tempo così amici.
O forse si immaginava già il vostro matrimonio insieme, con le vostre bellissime mogli, e un addio al nubilato con tante streepteaser, e ora comincia a immaginare che ci dovranno essere anche dei maschi nudi che balleranno sulle note di canzoni sensuali.
E potrei continuare con le fantasie più assurde, e mai troppo per essere vere. Ma credo di aver già colto il punto: sapere quello che lui ha in mente è praticamente impossibile. Non possiamo sapere se sia diventato freddo perché non accetta la tua omosessualità, o se semplicemente sta ancora rimuginando sulla cosa e facendosi un milione di domande sul perché voi siate diventati amici, se ci sia qualcosa sotto, o se invece siete davvero destinati a dividere la vita insieme con una semplice o profonda amicizia. Non c’è molto da fare: Stagli vicino e dimostragli che nulla da parte tua è cambiato… Senza però essere petulante o troppo invadente.
Dagli tempo: tu hai avuto anni per decidere di “dirlo a tutti”, chissà che anche lui non abbia bisogno di un po’ di tempo per capire che può comunque essere amico tuo… perché in fondo sei lo stesso ragazzo che stava col suo segreto chiuso nell’armadio, solo che ora ha deciso di smettere di fargli fare le tarme, e ha deciso di indossare la sua sessualità alla luce del sole.

Un abbraccio,
Steve Pik

Vuoi chiedere un consiglio a Steve? Scrivigli: redazione.gaytv@gmail.com
Segui Steve su THOSE MEN o su Facebook

Vedi anche:

Lunedì 01/06/2015 da alicema in , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su