Essere passivi è difficile? Scopri tutti i trucchi in questo libro

Essere passivi è difficile? Scopri tutti i trucchi in questo libro

Forse anche tu ti definisci “versatile” ma hai qualche perplessità sul sesso anale. Il tuo amico che guarda i film porno gay ti ha raccontato che i passivi sono così passivi che non fanno mai una piega, sono apertissimi a qualsiasi esperienza e non hanno paura del dolore. Come c*%& fanno?

Se vuoi toglierti questi dubbi c’è il libro perfetto per te, e tra l’altro cade a fagiolo visto il periodo: un originale regalo di Natale (per te, il tuo partner o il tuo amico dei porno, ma non tua zia).

Si chiama How To Bottom Like a Porn Star di Woody Miller, giornalista americano specializzato in sesso gay. Il titolo è abbastanza esplicativo: Miller ha chiesto aiuto a pornostar gay (ma anche ad altri operatori del settore, dai cameraman ai produttori) nonché a psicologi, specialisti di proctologia e persino insegnanti di yoga. Il risultato è un manuale ironico e divertente ricco di trucchi e consigli tutti da copiare. 

Secondo l’autore, se sei gay ricadi in una di queste due categorie:

LEGGI ANCHE: 6 TRUCCHI PER IL SESSO ANALE, COME CAVARSELA LA PRIMA VOLTA

 1. Vuoi provare il sesso anale tantissimo, ma hai troppa paura.

Non riesci proprio a immaginare come qualcosa di così grosso possa entrare in un buco così piccolo senza causare un dolore allucinante. E hai paura del casino che potrebbe succedere (sì, hai capito). Alcuni ragazzi vivono nel timore costante di fare una figura di mer*a, in senso letterale, e di macchiare per sempre la loro psiche (oltre alle lenzuola).

2. Ci hai già provato e ti ha fatto un male cane.

In effetti è stato doloroso esattamente come temevi, e anche se la figura di mer*a non c’è stata c’era un odore imbarazzante come di pneumatico. Così ci hai rinunciato. Anche se vorresti davvero provare a sentirti riempire…di gioia.

E secondo Miller val la pena provarci, perché:

Essere passivi non vuol dire solo la sensazione fisica di “farsi penetrare”. E’ l’emozione di accettare qualcuno all’interno del proprio corpo. E’ l’eccitazione di “appartenere” a qualcuno, di sottometterti alla forza di un altro uomo.

Se sei in una relazione, è l’atto di unione estremo. Se sei single, è un buon modo per divertirsi. E se sei un novellino, è un atto sessuale che la paura e il dolore ti impediscono di goderti fino in fondo.

Convinto? Il libro lo puoi ordinare qui. Per tua zia invece ti consigliamo uno scialle…


 

Vedi anche:

Giovedì 26/12/2013 da - . - in ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su