Formigoni, Bersani e le coppie gay: “cattolici del Pd, uscite dal partito”

Formigoni, Bersani e le coppie gay: “cattolici del Pd, uscite dal partito”

 

Dopo essersi opposto alle famiglie gay (esistono solo quelle formate da un uomo, una donna e i loro figli: al rogo tutti gli altri), Roberto Formigoni non perde nuovamente l’occasione per mettere becco – non interrogato – sulla questione diritti lgbt e dopo le dichiarazioni di Pierluigi Bersani a favore delle unioni gay scrive su Twitter:
 
Dedicato ai cattolici del ‪#Pd‬. ‪#Bersani‬ dice sì alle coppie ‪#gay‬, io vi propongo una riflessione: non è ora di pensare a un altro partito?
 
Per una volta L’Unità concorda con Formigoni quindi, perché oggi sul blog sul sito dell’Unità di Andrea Carugati leggiamo del medesimo invito: Coppie gay, chi non è d’accordo si cerchi un candidato (che non sia Bersani).
 
Chi sosterrà Bersani lo farà consapevole che il candidato premier intende almeno iniziare a risolvere la questione delle coppie gay, con una legge che ci avvicini al resto dell’Occidente evoluto. Per chiacchiere o sofismi, stavolta, non c’è posto. A meno che i (pochi) democratici ostili alle coppie gay non vogliano presentare un loro candidato alle primarie, con un bel programma modello tea party. Oppure accettare di imbarcarsi sulla zattera del naufrago Formigoni, patrono della famiglia tradizionale, anzi tradizionalissima. Purchè sia degli altri.
 
In effetti non ci sembra una cattiva idea a pensarci bene quella di Formigoni.

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Leggi altro su:
1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su