Gay Pride Bologna 2012: Franco Grillini vuole Vasco Rossi come padrino. Possiamo dissentire?

Gay Pride Bologna 2012: Franco Grillini vuole Vasco Rossi come padrino. Possiamo dissentire?

La data per il Gay Pride 2012 è fissata: il 9 aprile tutti a Bologna per una manifestazione che stando a Franco Grillini potrebbe portare nel capoluogo emiliano mezzo milione di persone. Così al Fatto Quotidiano il presidente onorario Arcigay e consigliere regionale IDV:
I numeri degli ultimi anni ci dimostrano che cresce l’adesione di chi scende per strada a fianco degli omosessuali. A Roma abbiamo fatto un milione di persone e l’Italia, dopo il Brasile, è il Paese in cui è più evidente la convergenza tra difesa dei diritti degli omosessuali e degli eterosessuali.
I dubbi scattano sul possibile padrino della manifestazione. Gianni Morandi, dopo l'invito fatto a Sanremo da parte delle associazioni per contenere la figura barbina sul palco dell'Ariston, non si è fatto sentire a quanto pare.
Un altro nome è Tiziano Ferro, prosegue Grillini. E fin qui tutto ok.
Poi la provocazione (è una provocazione vero? Non abbiamo capito male e basta?): "È Vasco Rossi che invito pubblicamente adesso. Ha portato avanti moltissime cause per le libertà individuali e collettive. Dunque perché non dovrebbe aderire alla nostra manifestazione che proprio a quelle libertà guarda?"
Già, perché non Vasco? Potrebbe fare un clippino sul sesso tutto dedicato ai gay, tipo quello di ieri sul kamasutra: sarebbe meraviglioso!

[VideoID=de68bcef-6473-43e8-89e7-9850a6442bfe]

Poi in conclusione dell'articolo Grillini commenta anche la notizia diffusa ieri sulla ricerca che associa l'omofobia all'omosessualità repressa. Cosa dire allora di Giovanardi?"Be’, adesso è ora che Giovanardi cambi temi. Nel caso non lo facesse, se dovessimo dar retta alle affermazioni degli scienziati di cui si parla oggi, dovremmo iniziare a sospettare che anche lui sia gay".

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Leggi altro su:
1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su