Ho fatto un film a luci rosse: ora non so se dirlo al mio ragazzo. La Posta del Cuore

La Posta del Cuore film a luci rosse

Ciao caro Steve, ti scrivo per sentire il tuo parere su una cosa abbastanza futile, ma che mi sta incasinando la vita non poco.
Ho quasi 25 anni e quando ne avevo poco meno di 20 ho registrato alcuni video con una casa di produzione porno. Non sono certo diventato una star di quel mondo, tanto che cambiando taglio di capelli e facendo un poco di palestra, ora non assomiglio più nemmeno a quel ragazzo.
Tuttavia ogni volta che inizio una relazione con qualcuno, non so mai come reagiranno a questa cosa, e quindi la tengo sempre nascosta con però il continuo timore che un giorno o l’altro qualcuno dei miei ragazzi la scopra e mi lasci per avergliela tenuta nascosta. Cosa dovrei fare? Continuare a tenerla nascosta o parlarne?
Buon lavoro,
Gian


A tutti è successo di commettere qualche sbaglio in gioventù, di postare qualche foto hot su qualche sito, o di registrare un video che poi per errore finisce in rete o nelle mani sbagliate. Ma quando incontriamo qualcuno di cui ci importa il giudizio, che ci interessa al punto di vergognarci di quel che abbiamo fatto, con il quale temiamo di incrinare il rapporto se confessiamo “quell’errore” cosa dovremmo fare? parlarne o tacere?
Caro Gian, non è certo facile fare una scelta. Credo che tutti abbiano fatto qualcosa di cui si vergognano, qualcosa che oggi non rifarebbero per nessuna ragione, qualcosa che se potessero tornare indietro non rifarebbero per non provare oggi il senso di colpa. La fortuna è che la macchina del tempo non esiste ancora, e non possiamo tornare indietro a sistemare gli “errori” del passato. Ed è una fortuna perché quegli “errori”, quelle scelte, quelle esperienze, quegli eventi (che ora riteniamo non avremmo dovuto fare) ci hanno portato ad essere la persona che siamo e ci hanno fatto capire cosa non vogliamo più fare.
Nei 140 motivi per cui è meglio uscire con un trentenne lo dico: A trent’anni anche se non sai esattamente cosa fare da grande, né con chi, certamente sai cosa NON vuoi fare e con chi NON stare. Questo perché la crescita è una cosa che avviene giorno dopo giorno, e quel che siamo è frutto di tantissime piccole scelte che facciamo ogni giorno. Se 5 anni fa tu fossi diventato un famoso attore porno, probabilmente la tua vita ora sarebbe completamente diversa. Gireresti ancora dei film, non avresti bisogno di un altro lavoro, studieresti all’università con il lusso di poter decidere “cosa ti piacerebbe fare da grande”, e saresti invitato a un sacco di feste perché la maggior parte delle persone nella sala si sarebbero, almeno una volta nella loro vita, eccitati guardando il tuo corpo nudo. Ogni tanto lo dico di me stesso: se 10 anni fa avessi girato un porno, e lo avessi mandato a qualcuna delle mie case preferite, magari mi avrebbero preso nel loro entourage, e ora girerei il mondo per far sesso con alcuni di quei ragazzi che mi fanno compagnia la sera prima di andare a dormire, per quei 10 minuti di piacere davanti al pc.

Non so se sarebbe bello oppure no, se avrei vergogna del mio lavoro oppure no, e se riuscirei ancora a guardare un porno oppure no. Non lo posso sapere ora e non lo saprò mai, perché 10 anni fa non ho provato a percorrere quella strada.
Tu ci hai provato e sinceramente non mi sento in grado di giudicarti, anzi un poco ti ammiro. Hai avuto l’occasione e l’hai colta, e non dovresti aver nulla di cui vergognarti. Quindi piuttosto che vergognartene e sperare che nessuno ti scopra, se incontri qualcuno di cui pensi ti importerà, diglielo. Perché al mondo c’è chi ha fatto di molto peggio, eppure va in giro a testa alta.

Un abbraccio,
Steve Pik

Vuoi chiedere un consiglio a Steve? Scrivigli: redazione.gaytv@gmail.com
Segui Steve su THOSE MEN o su Facebook

Giovedì 09/07/2015 da Fabio Genovese in

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su