L’erotismo gay scopre il maschio latino. FOTO GALLERY

Attraverso una ricerca effettuata negli Stati Uniti da Donald Symons e David Buss, i due più illustri ricercatori sul campo nell’evoluzione dei diritti umani sulla sessualità maschile contemporanea, è emerso uno spaccato evidente che sottolinea una controdenza nel settore del porno. Attraverso uno studio a campione effettuato nella comunità gay americana si è giunti così ad una conclusione schiacciante: l’uomo bianco, glabro e muscoloso non è più l’ideale di bellezza comune, sostituito dal fascino e dal calore dell’uomo latino. La ricerca ha evidenziato come gli Stati Uniti stiano diventando un paese composto da minoranze senza un gruppo razziale o etniaco dominante, e la comunità gay ne sarebbe altrettanto influenzata. Così sapere quello che gli uomini gay trovano bello e hot può predire le tendenze generali.

Ma prima di iniziare ad indagare questa ipotesi, bisogna ricordare che la comunità gay ha da sempre lottato contro la diversità razziale senza riscontrare alcun particolare successo, soprattutto nella divisione tra bianco e nero e tra neri e latin-americani. In effetti, la comunità gay, è spesso strettamente rappresentata, nell’immaginario collettivo, dall’uomo gay metrosexual: bianco, depilato e muscoloso. Tuttavia, Victor Hoff, creatore e presidente di “Men of Color“, un sito web dedicato alla bellezza degli uomini di colore, fa notare come ci sia una controtendenza di impatto sul maschio medio gay americano relativo al consumo di materiale pornografico. Da sempre nel film porno gay il personaggio principale era un ragazzo bianco della porta accanto, senza alcuna distinzione di genere, dai ragazzi leather ai bears.

Ma negli ultimi cinque anni c’è stata una forte crescita dei mercati di nicchia che hanno portato alla ribalta il settore degli uomini di colore e soprattutto di quelli latino-americani. E’ interessante notare infatti che una delle più grandi Porno Star Gay nel 2009 è stato Austin Wilde “biracial”, che ricorderete per la clamorosa richiesta a Ricky Martin per girare un film porno gay. Vicotr Hoff si dice così ottimista circa l’impatto della diversità del cambiamento ideale di bellezza maschile: “Non so se le donne e gli uomini gay cambieranno idea su ciò che è erotico e in un certo senso bello, semplicemente perché non ci sono più figure erotiche e bella gente in questo paese di una specifica razza o etnia. Ma è anche difficile credere che non lo saranno, almeno con il passar del tempo, visto che nel mercato della sessualità i settori di nicchia cominceranno a superare i settori tradizionali, scalzando così una volta per tutte il ragazzo bianco della porta accanto. Penso che sia finalmente arrivato il momento di vedere una democratizzazione di questa industria, come sempre più persone chiedono che i porno gay riflettano la natura mutevole della cultura che li circonda”.

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Leggi altro su:

Lunedì 30/08/2010 da - . - in

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su