Lavorare da casa non è facile come sembra: le 7 regole d’oro per farcela

Lavorare da casa non è facile come sembra

Lavorare da casa? È un casino.

Ovvio che visto dall’esterno è bellissimo. Cosa potresti desiderare di meglio? Puoi smazzarti il lavoro e, nel frattempo, caricare una lavatrice, giocare col gatto e stare spaparanzato sul divano. E alle 18 in punto, spegnere il pc e andare a fare aperitivo sotto casa, senza perdere ore sui mezzi o nel traffico.

Ma la realtà è diversa. Mashable ha riportato la storia (e gli ottimi consigli) di Jennifer Parris, che a un certo punto della sua carriera ha avuto la possibilità di convertirsi al telelavoro.
Ecco le 7 regole d’oro per lavorare da casa scoperte da Jennifer:

1. Ci vuole una CONCENTRAZIONE MICIDIALE.
Le distrazioni sono infatti molte di più. A cominciare dal frigorifero, che se ne sta lì in attesa solo di essere aperto. E poi ci sono quelle due cose da stirare, quell’amico da chiamare, quella bolletta da andare a pagare…
Non va bene. Devi fare della tua casa un ufficio. Jennifer suggerisce di prepararsi e vestirsi esattamente come se stessimo uscendo. È utile anche fissarsi degli orari specifici per le pause.

2. Devi ABITUARTI AL SILENZIO.
Gli uffici sono spesso molto rumorosi, specialmente gli open space. Se provieni da una realtà di questo tipo, casa tua potrebbe sembrarti una cella monastica. Dovrai riabituarti alla quiete, possibilmente senza deprimerti / impazzire nel frattempo.

Shining silenzio

3. Devi essere SUPER ORDINATO.
Al lavoro la tua scrivania è (abbastanza) ordinata. O meglio: non raggiunge mai livelli di disordine imbarazzante, per mero rispetto delle convenzioni sociali (e grazie all’uomo delle pulizie). Ma a casa? È facile cadere nel delirio, e questo è un problema, soprattutto se fai spesso delle conference call.

4. Devi FARE DELLE LISTE.
Senza capi e colleghi che rompono i cogl sollecitano le nostre scadenze, tutti noi tendiamo a dimenticare le cose da fare. Specialmente quelle che non abbiamo nessuna voglia di fare.

Ecco perché fare liste delle priorità è importante.

5. Devi sopportare LA SOLITUDINE.

Ufficio affollato

Il gossip incessante dell’ufficio ti fa venire il mal di testa? Presto ti mancherà! E ti mancheranno anche le chiacchiere alla macchinetta del caffè, e il cameratismo coi colleghi. Per rimediare, tieniti in contatto con loro in chat e chiamali spesso. Perché il silenzio aiuta la concentrazione, ma stare senza gli altri, alla lunga, è una noia mortale.

6. Devi SAPER COMUNICARE.
Un paradosso? No. Quando non puoi incrociare il tuo capo in corridoio e ricordargli un dettaglio importante, devi scrivere tutto. E quindi, saper scrivere mail cristalline è vitale. Se hai tante cose da dire, scrivi mail per punti, usa frasi corte e invia solo quando sei assolutamente certo che si capisca il significato.

7. Devi essere davvero SUPER-MOTIVATO.
Capitano i giorni in cui non si ha voglia di lavorare (a volte, anche quelli in cui si ha voglia). Ma questo servono i capi: a ricordarci i nostri doveri. Se però il capo non c’è, e siamo tranquilli che non spunti alle nostre spalle sorprendendoci su Facebook? Come facciamo a trovare la voglia?
Il segreto è darsi obiettivi quotidiani e settimanali. Per esempio, entro le 9 devo aver controllato le email. Questo aiuta anche a resistere anche alla tentazione di dormire e iniziare a lavorare più tardi…

Giovedì 16/10/2014 da - . -

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su