Leigh Bowery e l’estetica transgender che ispirò Westwood, Galliano e McQueen

Leigh Bowery e l’estetica transgender che ispirò Westwood, Galliano e McQueen

Resterà allestita fino al prossimo 10 aprile, alla Galleria Camera 16 di Milano, "About Leigh Bowery", mostra fotografica monografica dedicata all'energia di un genio capace di incidere nel linguaggio visivo e sui canoni della bellezza. Un trans dell'arte, capace di cambiare identità come un autentico testimone della protesta contro l'omologazione.

L'australiano Leigh Bowery, modello per geni del mondo della moda quali Alexander McQueen, Vivienne Westwood e John Galliano, viene presentato in un racconto originale, denso di ironia, glamour, provocazione e trasgressione nella mostra di Carlo Madesani.

Personaggio trasformista, autentico e fortemente visionario è scomparso il 31 dicembre 1994. Autentica icona degli anni '80, oggi viene ancora ricordato come una personalità dirompente, eccessiva e anticoformista: un poliedrico comunicatore che merita di essere approfondito.

Domenica 12/02/2012 da in , , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su