Marc Jacobs è su Grindr: è caccia al suo profilo

Marc Jacobs su Grindr

In una intervista rilasciata a Paper, lo stilista Marc Jacobs, appena sostituito al timone di Louis Vuitton da Nicolas Ghesquière, ha confessato di avere un profilo Grindr.

Subito l’isteria dei fan ha avuto il sopravvento: milioni di fan hanno iniziato la caccia al profilo, chi non era iscritto a Grindr si è iscritto, chi non sapeva nemmeno cosa fosse Grindr se lo è fatto spiegare e poi, appresi i primi rudimenti, s’è lanciato nella caccia all’uomo.
Ma vediamo prima la dichiarazione di Jacobs a Mickey Boardman, direttore di Paper:


Boardman:
Sei mai stato su Grindr o Tinder?

Jacobs: Ho usato Grindr un paio di volte. Quando stavo con Harry (Louis, ex fidanzato e ex pornostar, ndR) lui mi diceva: “Facciamo un profilo Grindr”. E così l’ho fatto, e ho incontrato un paio di persone.

Boardman: C’era la tua faccia sul profilo?

Jacobs:
Credo di sì.

Boardman:
Davvero?!

Jacobs:
Perché no! Non ho nessun pregiudizio su queste cose. Non mi interessa. Chi prendiamo in giro? Ho parlato dei miei trapianti di capelli, ho parlato dei miei problemi di droga, ho parlato di sesso. Penso che sia molto meglio essere onesti su queste cose. Trovo sempre molto strane le persone che negano gli istinti umani; non mi fido di gente così.

Ricapitoliamo: Marc Jacobs ha creato un profilo Grindr, con la sua faccia, incoraggiato dal suo ex, Harry Louis.

E l’ha usato. Pure con successo.

Vi lasciamo qualche secondo per riprendervi dall’idea di esservi imbattuti anche voi nel suo profilo ed essere istantanemaente passati oltre, convinti che fosse un fake, e ci chiediamo: ma perché a uno come Marc Jacobs dovrebbe servire Grindr? E soprattutto: se trovaste il suo profilo, cosa gli scrivereste?

Martedì 14/10/2014 da alicema

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su