Massimo Polledri: “Mia figlia gay? Peggio che se sposasse un marocchino”

Massimo Polledri: “Mia figlia gay? Peggio che se sposasse un marocchino”

"L'omosessualità è una condizione di infelicità che può essere reversibile": così Massimo Polledri, deputato della Lega Nord ed ex sindaco di Piacenza, nonché psichiatra, ai microfoni de La Zanzara su Radio 24.

Continua Cruciani, in veste pià di medico (se così si può definire) che di politico: "E' una situazione di identità sessuale distonica. Non è una malattia ma in quella situazione si può stare male e qualcuno si rivolge a uno psicologo: tre su dieci poi sono stati meglio, ne traggono beneficio".
Non contento, il politico viene pungolato da Giuseppe Cruciani e David Parenzo, conduttori de La Zanzara, ed alla domanda se avesse un figlio gay risponde così: "Se i miei figli fossero gay non sarei contento sarebbe come se mia figlia mi dicesse mi faccio suora o mi sposo con un marocchino. Anzi, questo sarebbe uno dei peggiori casi che possano capitare".
Ricordiamo volentieri che Massimo Polledri è colui che alla deputata PD Pina Polledri "rea" di aver criticato un raduno leghista a Pontida rispose: "Potrebbe essere una bella sorpresa per te se ci caliamo le braghe" ed alla deputata disabile Ileana Argentin: "stai zitta handicappata del cazzo".

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Leggi altro su:

Lunedì 04/06/2012 da in

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su