Matrimoni gay vietati per legge in Carolina del Nord

Matrimoni gay vietati per legge in Carolina del Nord

Gli elettori della Carolina del Nord hanno approvato, con un referendum, un emendamento alla Costituzione dello Stato che proibisce i matrimoni gay; e il voto segna una battuta d'arresto nello sforzo per estendere a tutti gli Stati Uniti i diritti del matrimonio gay. L'emendamento, che stabilisce che l'unico matrimonio riconosciuto legalmente e' quello tra un uomo e una donna, e' stato approvato con ampio margine: 61% contro 39% quando erano state scrutinate 91 delle 100 contee dello Stato.

La legislazione del North Carolina gia' impedisce alle coppie gay di sposarsi, ma lo Stato adesso si unisce agli altri 28 Stati americani che hanno gia' inserito il divieto in Costituzione. Le nozze tra gay sono consentite in Massachusetts, Iowa, Vermont, New Hampshire, Connecticut, New York e District of Columbia. Maryland, New Jersey e Washington hanno approvato quest'anno una legge che consente il matrimonio omosessuale, ma il governatore Chris Christie ha posto il veto alla legge in New Jersey, e in Maryland e a Washington diversi gruppi di pressione stanno minacciando iniziative per ribaltare la linea. La questione e' molto sentita e attualmente anche l'amministrazione Obama e' sotto pressione.

Il voto in North Carolina arriva dopo una settimana in cui vari membri dell'amministrazione sono sembrati appoggiare i matrimoni gay; in particolare il vicepresidente, Joe Biden, ha detto che si sente "assolutamente tranquillo" sulla questione. Obama finora ha detto solo che appoggia le unioni civili, ma non si e' spinto a sostenere le nozze gay.

fonte: Agi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Leggi altro su:

Giovedì 10/05/2012 da in , ,

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su