Matrimonio gay: negli Usa Starbucks è l’ultima big company a schierarsi a favore

Matrimonio gay: negli Usa Starbucks è l’ultima big company a schierarsi a favore

Lo stato di Washington, negli Stati Uniti, sta vivendo un momento importante per la comunità LGBT e non solo. Questi sono infatti giorni decisivi per l'approvazione di un provvedimento che renda possibile il matrimonio tra persone dello stesso sesso. A schierarsi a favore di questo passo, oltre a associazioni (che non è poco) e vip (come in Australia), c'è anche un buon numero di imprese.

Ad unirsi a marchi importanti come Nike e Microsoft ora è Starbucks, pronto forse a sbarcare anche in Italia. Come in Spagna, Zara, Mercadona e El Corte Ingles si fecero sentire in favore delle unioni LGBT nella terra del fu Zapatero, così ora negli Stati Uniti le multinazionali fanno sentire la propria voce al motto di: "lavoratori garantiti portano ad una migliore produzione". Principio ineccepibile!

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Leggi altro su:

Giovedì 26/01/2012 da in ,

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su