Michael Urie: gay? No queer

Michael Urie parla della propria sessualità in un’intervista al The Advocate e si definisce queer e non gay per ragioni ben precise.
L’attore impegnato sul set di “The Temperamentals” che racconta la storia di Harry Hay, uno dei primi attivisti lgbt, ha dicharato:Non ho mai detto di essere etero, e non sto dicendo di non essere gay. Non ho mai mentito al riguardo. Quel che è certo è che nel mio lavoro mi sono ritrovato a promuovere i diritti lgbt. Non sono un ipocrita, di certo non adesso.”
Ha aggiunto che lui si indentifica nella parola queer: “ Ho un ragazzo da un pò di tempo e se ci si incontra assieme potremmo sembrare gay. Ma questo vorrebbe dire cancellare tutto quello che è accaduto prima che ci incontrassimo e non è così. Io non mi sento così. Ci sono persone che lo sono, che hanno avuto storie con donne, ma in cui si trovavano male, ma non è il mio caso.
Io mi sento a mio agio sia con donne che con uomini, ecco perchè la parola gay non mi è mai sembrata adatta. Poi io amo la riservatezza, non sono uno che si fa pubblicità, non su queste cose, e non amo soprattutto essere etichettato.
Se dieci anni fa mi fossi definito queer sarebbe sembrata un bugia visto che al tempo si diceva: ‘ora sei bi, domani sei gay’. Ma ora le cose sono diverse. Ma ora le cose sono molto più confortevoli, ho una relazione e non mi preoccupa quel che accadrà in futuro.”

Fonte: Towleraod

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Leggi altro su:

Venerdì 15/01/2010 da in , ,

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su