NATALE CANINO
















Fabio Canino e il Natale come festa religiosa: riesci ad avere un feeling spirituale con questa festa?

No, sinceramente (e purtroppo ) no. Non riesco proprio ad entrare in questo clima. Ed è forse per questo che provo imbarazzo a “festeggiare” una cosa che non sento… Credo fermamente che per molti sia la festa dell’ipocrisia.

Fabio Canino e il Natale come festa pagana: cosa ti piace di più dei tanti riti consumistici e cosa meno?

Guarda, sinceramente mi piace poco. Detesto il rito dei regali “per forza”, che io però dopo anni di imbarazzanti corse a fare i regali a chi te lo faceva, perchè assolutamente lo voleva, sono riuscito a smettere. Mi sono “disintossicato”. Per anni ricevevo regali e non ne facevo a persone che trovavo detestabili. Adesso se faccio dei regali a natale, sono regali veramente sentiti. Non mi piace il rito consumistico delle strade piene di gente eccitata, che compra di tutto per tutti, giusto per spendere la tredicesima. Gente che si lamenta continuamente che non ci sono soldi, che c’è crisi, e poi li vedi con tre telefonini e buste delle boutique più volgari e costose, tipo Cavalli o Donatella Versace. In più ci si mette la tv con le pubblicità “siamo tutti buoni adesso”, con le musichine che comunque ti arrivano dirette al cuore… che palle! Voglio che sia già il 7 gennaio!!!






Quali sono le tradizioni famigliari del Natale che ricordi con più affetto? Ce n’è qualcuna cui sei ancora fedele?

Ricordo con tenerezza il Natale da bambino chiaramente, quando credevo a Babbo Natale. La mattina di Natale lo scambio di regali con la mia famiglia, poi a pranzo arrivavano i parenti e spesso l’incanto finiva… Non sono fedele a vecchie tradizioni, ma diciamo ad una relativamente nuova.

La sera del 24 una cena a Firenze con gli amici più cari. Questa è una cosa a cui tengo molto.






Sei d’accordo con la mia impressione che Natale, oltre a tutto il resto, stia diventando uno “sfogo di bontà” per noi esseri occidentali? Nel senso che ormai siamo così abituati a fare gli stronzi durante l’anno, che il Natale è una naturale isola di bontà per noi umani che pure abbiamo la necessità “fisiologica” di fare del bene? Che ne pensi?

In un certo senso si, anche se per me questo “sfogo di bontà” sottolinea la stronzaggine degli altri 364 giorni dell’anno.






Fabio Canino come trascorrerà questo Natale?

Lo trascorrerò tranquillo tranquillo a Firenze, a casa dei miei.






Se dovessi fare un bilancio personale di questo 2003, quali sono le 5 cose che ricorderai di quest’anno?

Sono molte le cose belle da ricordare di questo anno. E’ stato un anno ottimo. Non posso proprio fare una top 5 delle cose da ricordare. Forse una: la consapevolezza che oramai sono un uomo, non più un ragazzo, ahimè….






Dimmi le 5 cose cose che auguri a questo bislacco mondo per il 2004.

Chiaramente le cose fondamentali ma che, ti accorgi essere tali, solo quando vengono meno: Salute, pace, amore, serenità, libertà.










Come va la tua intossicazione alimentare e come penserai di affrontare la selva di leccornie che si sta per presentare dinnanzi a te per le feste?

Guarda, non me ne parlare!! Essendo una sciocchezza, anche se non da trascurare, non esiste una cura vera e proprio, ma solo riposo assoluto e udite udite DIETA! Ti rendi conto in questo periodo una dieta?!! Ma d’altra parte se voglio tornare a lavore presto devo attenermi alle regole.

Pandoro o Panettone e perché?

Ho appena detto che sono a dieta…va beh…assolutamente pandoro. Non mi piacciono né l’uvetta né i canditi.

Torrone bianco o al cioccolato e perché?

Ma sei proprio crudele!!!…comunque cioccolato, ne vado pazzo ma per il momento è vietatissimo!!!






Quando ti riavremo finalmente in onda su GAY.tv?

Se tutto va bene (incrociamo le dite e non solo quelle….) da metà gennaio dovrei essere di nuovo in onda!!! Nel frattempo AUGURISSIMI A TUTTI!!!






Giuliano Federico

giuliano.federico@gay.tv

Martedì 01/02/2005 da in , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su