Not Alone: questi cattolici sono molto tristi che il matrimonio gay sia legale. VIDEO

Not Alone

Pensavamo fosse una parodia, e invece. Il gruppo cattolico americano Catholic Vote (questo il loro sito) ha pubblicato Not Alone, il video che state per vedere, con intenzioni molto serie: dare voce (non ridete per favore) alla minoranza oppressa dei cattolici che sono contrari al matrimonio gay ma hanno paura di uscire allo scoperto.

Potrebbero infatti essere attaccati, essere marginalizzati o presi in giro per le loro idee antiche. Il video è quindi un susseguirsi di “drammatiche” testimonianze di persone che credono nel matrimonio tradizionale ma, ormai, vengono per questo discriminate.

Due cose. Innanzitutto, ognuno ha diritto alla sua opinione, ma non a imporre una legge che discrimini altre persone.
Secondo: è stato notato come questo video giochi su alcune tematiche tipicamente LGBT. Il coming out, innanzitutto: questi Cattolici fanno coming out esprimendo le loro idee omofobe sul matrimonio, e la cosa li commuove alle lacrime. E poi il fatto di autodefinirsi “minoranza oppressa”.
Il video è in inglese con i sottotitoli, sotto riportiamo la traduzione.

“Mi rende nervosa che la gente sappia come sono e decida che non sono più la benevenuta”.
“Sono diverso. Siamo tutti diversi”.
“Molti pensano che io sia già abbastanza strambo… non credo che la società cambierebbe troppo idea su di me scoprendo due o tre cose”.
“Fa paura. Ti chiedi: con quante persone posso davvero essere completamente trasparente?”
“Ho provato a cambiare, ma è troppo importante per me”.

Not Alone video cattolici tristi

“Il matrimonio è tra un uomo e una donna”.
“Ho già un’idea di cos’è il matrimonio e non la cambierò”.
“Non dobbiamo vergognarci di ciò che proviamo. Perciò siate voi stessi”.
“Nessuno dovrebbe essere guardato con disprezzo, oppresso, nessuna idea andrebbe oppressa”.
“Conosco un sacco di gay.

Ho molti amici gay. Non mi fanno paura. Sono meravigliosi e li amo. Ma ciò che mi fa paura è… aprire il mio cuore con loro, essere davvero onesto rispetto a quello in cui credo”.

Amici gay omofobo

“Bigotto” è una parola troppo grossa. E non è vera.”
“Come si fa a trovare un equilibrio tra il dire: No, non ci sto e allo stesso tempo rispettare gli altri?”

Omofoba triste

Coraggio.

Comunque c’è anche la parodia, ed è geniale.

Venerdì 03/07/2015 da alicema in ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su