Roma: ancora violenza, picchiato ragazzo di Napoli

A Roma un gruppo di amici è stato selvaggiamente picchiato da 7/8 ragazzi romani. “Eravamo seduti al bar all’angolo tra via Giano Della Bella e via della Lega Lombarda, erano circa le 4 di mattina e mi trovavo con 3 amici e 4 amiche. Stavamo parlando di calcio e io, tifoso del Napoli, scherzando parlavo male della Roma. Dal tavolo vicino 7-8 ragazzi si sono rivolti minacciosi verso di noi, hanno rivolto contro di noi frasi ingiuriose e hanno cominciato a picchiarci”. Il ragazzo che racconta è il più grave, preso di mira più degli altri: “A Roma comandiamo noi, napoletano di merda, c’hai pure le sopracciglia da frocio!”.

G.B., studente di 25 anni, racconta al giornale on-line Dazebao: “Io sto ancora male, ho il volto tumefatto e non riesco ancora ad aprire bene l’occhio. Non ho ancora sporto denuncia. Oggi parlerò con il mio legale e agirò di conseguenza”. Gli altri aggrediti hanno riportato prognosi non oltre la settimana.
Uno degli aggressori è stato riconosciuto dai Carabinieri intervenuti grazie al ritrovamento di un portafogli sul luogo dell’aggressione. Una volta guardati i documenti il militare ha commentato: “Sempre lo stesso”, lasciando ad intendere che l’uomo è già noto alle forze dell’ordine per risse e aggressioni.

Roma fatica a scrollarsi di dosso l’etichetta di città violenta, nonostante le continue manifestazioni contro l’omofobia e la violenza svoltesi in questi giorni. Leggi “La comunita` Lgbt deve continuare a reagire”>>>

fonte: il Giornale.it

Davide Bombini
davide.bombini@gay.tv

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Leggi altro su:

Giovedì 10/09/2009 da in , ,

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su