Se tutti sembrano più belli e virili di te: paure e disturbi dell’immagine corporea

Problemi immagine

La paura di essere troppo vecchi, troppo grassi, troppo brutti attanaglia i gay? Ne abbiamo parlato spesso, oggi riportiamo una riflessione apparsa su Thought Catalog. Che offre un ottimo spunto di riflessione: perché costruiamo la nostra autostima sull’apprezzamento degli altri?

Mi sono appena seduto in un bar a Shoreditch accanto a due ragazzi che spettegolano su amore e sesso. Stanno scorrendo Grindr e parlano delle persone con cui hanno avuto rapporti sessuali, perdendosi in succosi dettagli su a chi piacesse cosa, quante volte hanno fatto sesso con chi e come è stato. Tendo sempre a spiare quando qualcuno parla di sesso in pubblico, ma le cose sono diventate davvero interessanti quando uno dei due ha iniziato a parlare di come non gli piaceva quello che vedeva quando si guardava allo specchio.

“Non mi piace andare in club gay perché credo di essere brutto. Ecco perché uso Tinder e Grindr. Non mi piace avere vicino ragazzi che sono più fighi e più virili di me. “

“Non dire così”, ha detto il suo amico.

“No, ma è vero” ha continuato quello. “Odio quello che vedo quando mi guardo allo specchio”.

Sfoghi ragazzi gay brutti

Tutto sembra un po’ contraddittorio, perché dal tono della conversazione suona come se entrambi stessero facendo una sacco di sesso, ma a volte le persone usano il sesso per aumentare la propria autostima. Se fai molto sesso con molte persone diverse dovresti sentirti molto figo, no?

Non necessariamente.

Ho ascoltato la loro conversazione, perché penso che la costante paura di non essere mai abbastanza boni riveli una grande preoccupazione che molti uomini gay hanno ma di cui effettivamente non parlano mai: problemi legati all’immagine del corpo.

Vogliamo accettare noi stessi, ma a volte noi non sappiamo come.

I problemi di immagine corporea si sono moltiplicati nell’epoca degli schermi. La vita contemporanea è governata da schermi, notifiche e griglie di immagini. Quante volte avete controllato il numero di “mi piace” ricevuti su una selfie o vi siete sentiti più fighi perché avete ricevuto 7.000 messaggi su Grindr, oppure vi siete sentiti tristi perché nessuno vi ha risposto?

Un buon punto di partenza per affrontare i problemi di immagine corporea è capire che non sono colpa tua. Tu vai bene esattamente come sei, ma l’industria della bellezza vuole davvero che tu la pensi diversamente. Ci viene costantemente detto che potremmo avere facce senza macchie, la pelle più chiara, la pelle più tonica, i capelli più lunghi, più capelli, meno grasso, più muscoli, un sedere più alto, addominali più sexy e così via.

Se tu non pensassi di essere “sbagliato” o se non avessi voglia di apparire sempre migliore, non spenderesti soldi per migliorarti e allora dove finirebbero le multinazionali della bellezza?

Avrei voluto unirmi ai due ragazzi dell tavolo accanto a me e dir loro che nessuno dovrebbe basare la propria autostima su una cosa come “gli altri mi accettano o no”.
Devi credere in te stesso per te, che ti importa se gli altri non ti “vedono”.

Non importa chi sei: c’è qualcuno là fuori che ti vorrà per chi già sei, quello che già hai, non per quello che tu o chiunque altro pensa che dovresti essere.

Venerdì 31/07/2015 da Fabio Genovese in ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su