Siena: “Lei è finocchio, non la servo”, l’insulto omofobo in banca. COMMENTA

Siena: “Lei è finocchio, non la servo”, l’insulto omofobo in banca. COMMENTA

Un uomo di Siena si è recato in banca per effettuare un banale bonifico e si è sentito rispondere dal cassiere in un modo del tutto inappropriato e offensivo:"Lei è finocchio, non la servo". I due uomini non si conoscevano, non c'era ragione alcuna per questo attacco verbale gratuito, tant'è che la vittima non è riuscita a reagire in alcun modo. La gente in fila attonita non ha difeso l'uomo, ma per fortuna un altro cassiere è intervenuto invitando il signore a cambiare cassa per il suo bonifico.
L'uomo ha rilasciato un'intervista a Siena News parlando dell'amarezza e dello shock di aver ricevuto così senza ragione un attacco omofobico. "Credo che ormai non sia più il tempo di dire niente. Purtroppo io credo che non si tratti di un problema locale, ma nazionale. In questi ultimi anni siamo stati abituati a un certo tipo di politica che ha finito per instaurare una mentalità di scarso rispetto anche verso il mondo gay." Anche se verbale, quest'attacco non fa meno male rispetto ad uno fisico. La violenza è sempre violenza.

Per affrondire continuate QUI. Per commentare avete libero spazio QUI sotto.

Arianna Panacea

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Leggi altro su:

Sabato 07/01/2012 da in ,

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su