Studente si uccide dopo video a luci rosse gay girato dagli amici

Tyler Clementi aveva 18 anni ed era uno studente della Rutgers University nel New Jersey. Come tanti ragazzi gay aveva deciso di divertirsi e di incontrare un ragazzo e portarlo nella sua stanza. Il suo compagno di stanza, Dharun Ravi, con l’amica Molly Wei ha pensato che sarebbe stato “divertente” filmare l’atto sessuale dei suoi ragazzi e trasmetterlo via iChat. Non contenti, i due, hanno anche commentato la vicenda sul loro Twitter.

Chiunque abbia iChat: vi sfido a chiamarmi fra le 9.30 e le 12 di oggi, sì, sta succedendo ancora” ha scritto Dharun sul suo account. “Oggi il mio compagno di stanza mi ha chiesto di lasciargli la stanza per tutta la sera, ed io sono andato da Molly. Ho acceso la mia webcam, così posso vedere tutto. Si sta baciando con un ragazzo.

Urrà!” aveva scritto qualche giorno prima.

Il 22 settembre, quattro giorni dopo l’accaduto, Tyler è venuto a conoscenza dell’esistenza del video. Dharun voleva renderlo pubblico e Tyler era spaventato dalla prospettiva che tutti avrebbero saputo che lui era gay. Così su Facebook ha scritto “Salto dal ponte George Washington, mi dispiace” sul suo Facebook e così ha fatto: ha lasciato il suo portafogli sulla banchina e si è ucciso, lanciandosi nel vuoto.

Tyler si va ad aggiungere a Asher Brown e a Billy Lucas: sono tre gli adolescenti gay vittime di bullismo omofobico che si sono suicidate nel mese di settembre.

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su