Svizzera. Presto adozioni gay ma qualcosa non va per la comunità LGBT

Svizzera. Presto adozioni gay ma qualcosa non va per la comunità LGBT

Sono vicini a noi, ma molto più avanti. Non ci riferiamo al Vaticano ma all'extracomunitaria Svizzera. Sul fronte dei diritti LGBT il paese dei cantoni fa un passo avanti verso il diritto di adozione per le coppie dello stesso sesso, ma con qualche restrizione che non ha mancato di indispettire le associazioni lgbt elvetiche.

A dare il via era stata, l’anno scorso, la commissione Affari giuridici del Consiglio degli Stati che aveva consigliato qualche modifica in questa direzione. Dodici mesi dopo è il governo di Berna ad andare in questa direziona ma con un unico grande limite: si potrà adottare solo il figlio biologico del partner.

Una restrizione così tremenda? Non insormontabile se si pensa che in Svizzera, dove Mr Gay non può donare il sangue, possono adottare anche i single, se hanno i requisiti idonei. Questa discriminazione pesa ancora di più visto che non si vede ragione per limitare l’adozione per una coppia, ancorché dello stesso sesso.

Ora la parola al Parlamento, vedremo cosa succederà.

Lunedì 27/02/2012 da

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su