Usa, Corte d’appello di Boston: vietare i matrimoni gay è incostituzionale

Usa, Corte d’appello di Boston: vietare i matrimoni gay è incostituzionale

In America è vietato vietare i matrimoni gay: la Corte d'Appello di Boston ha deliberato che "vietare alle coppie omosessuali i benefici previsti dalla legge federale americana sul matrimonio (il Defense Marriage Act) è incostituzionale".
La decisione dei tre giudici della Corte d'appello è stata presa all'unanimità ed ora la questione passa sul tavolo della Corte Suprema. Nella sentenza si legge come il Defense Marriage Act – datato 1996, quando alla presidenza c'era Bill Clinton – che definisce il matrimonio come l'unione tra un uomo e una donna non faccia altro che privare ingiustamente le coppie omosessuali dei diritti e dei privilegi garantiti alle coppie eterosessuali.
La legge in questione interferisce col diritto dei singoli Stati dell'Unione di dare la propria definizione legale di matrimonio.
La sentenza non va oltre e non entra nel merito del riconoscimento dei matrimoni gay, come proposto da Barack Obama. Attualmente i matrimoni gay sono legali in otto Stati dell'Unione, in molti altri sono stati vietati per legge, come recentemente in North Carolina. Clicca qui per la mappa dei matrimoni gay nel mondo.

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Leggi altro su:

Domenica 03/06/2012 da in

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su