Valerio Scanu piercing e tatuaggi: gola, capezzolo, pube e…Il racconto a tinte forti su Ok Salute

Valerio Scanu piercing e tatuaggi: gola, capezzolo, pube e…Il racconto a tinte forti su Ok Salute

Ok Salute raccoglie la confessione redatta di suo pugno da Valerio Scanu in merito ai suoi piercing e tatuaggi. Sì, Valerio Scanu ha svariati piercing e svariati tatuaggi: quanti in tutto? 9 piercing e 7 tatuaggi. Ecco, se avete lo stomaco forte, il dettagliato raccontoin prima personadi Valerio Scanu alle prese con la body modification.
Valerio Scanu e il piercing al capezzolo
Per fare quel piercing sul capezzolo sinistro avevo persino falsificato la firma di mia madre, quella che viene richiesta ai minorenni per il consenso dei genitori. Lo volevo a tutti i costi, ma non immaginavo quanto fosse doloroso. (…) Sono quasi svenuto dal dolore!
In ogni caso, quell'esperienza non ha spento il mio desiderio di avere altri piercing.
Perché nonostante la mia aria da ragazzo preciso, ordinato e tranquillo, dentro di me arde da sempre uno spirito ribelle, che ormai da tempo si concreta in una passione sfrenata per tatuaggi e altre decorazioni della pelle.
Valerio Scanu: il primo tatuaggio e il primo piercing
Avevo solo 14 anni quando ho fatto il primo tattoo, una chiave di sol sulla spalla destra, simbolo di un amore per la musica che già allora voleva manifestarsi prepotentemente. L'anno dopo è arrivato il primo piercing, sotto il labbro inferiore. E non mi sono più fermato: adesso ho sette tatuaggi e nove piercing.
I consigli di Valerio Scanu ai giovani per tatuarsi
Il segreto, ovviamente, è quello di affidarsi a professionisti seri e scrupolosi, che lavorino in piena regola con tutte le attenzioni indispensabili, come usare strumenti monouso, disinfettare e sterilizzare, cambiare i guanti ogni volta che si rende necessario, lavorare in un ambiente pulito e ordinato. Altrimenti, in caso contrario, si può incorrere davvero in seri pericoli.
E questo è un messaggio che voglio lanciare ai giovani come me. Sono sempre stato molto attento all'aspetto igienico e medicale, e anche grazie a queste cautele sono riuscito a convincere mia madre, quando vivevo in famiglia nella mia splendida isola della Maddalena, a concedermi il permesso di fare un tatuaggio o un piercing (escluso quello al capezzolo…) in cambio di un buon voto a scuola.
Tutti i tatuaggi di Valerio Scanu (incluso lo smile viola sul pube)
Ora mi porto fieramente in giro tutti questi piccoli grandi simboli di eventi significativi della mia vita: un cornetto portafortuna sul fianco destro tatuato in un periodo in cui il destino sembrava avercela con me, un nodo piano sul polso sinistro fatto insieme a un caro amico per siglare il nostro legame, un triskele stilizzato sulla schiena come simbolo della forza, una coccinella dietro al collo, un geco sul fianco sinistro, uno smile viola sul pube circondato da note musicali.
Tutti i piercing di Valerio Scanu (incluso quello alla gola)
Con i piercing, invece, ho variato di più, perché li considero una pura questione estetica: dei quattro che avevo all'ombelico ne ho tolti due, ho eliminato quello sotto il labbro in favore di una pallina sulla lingua, che alterno spesso con altre di vari colori, ho due dermal (piercing con una base sotto pelle a cui avvitare monili vari) sulle clavicole e uno sul collo all'altezza della gola, a sottolineare dove si trova il mio elemento davvero importante: la voce. Già, la voce non mi ha mai tradito neppure con quella pallina sulla lingua che a volte invece a qualcuno impedisce di articolare bene le parole: canto e parlo senza alcuna difficoltà. Fino a ora non posso certo lamentarmi dei risultati ottenuti nella mia giovane carriera, e dei miei piercing. Ma sul capezzolo, no, non lo rifarei…

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Leggi altro su:

Lunedì 28/05/2012 da in ,

1
2
3
4
5
6
PIU' LETTI
9
10
torna su